Asi Moto Show a Varano

Moto Show VaranoIl 10-11-12 maggio si è svolta nel circuito di Varano l’Asi Moto Show: manifestazione riservata alle moto.

L’arrivo dei partecipanti era previsto nella giornata di venerdì. Dopo l’iscrizione e la verifica dei mezzi noi del Veteran ci siamo posizioni nel box a noi assegnato. Oltre i soliti noti motociclisti del Veteran è sempre piacevole incontrare Roberto Gallina, nostro socio, grande campione e persona disponibile e di grande compagnia. Il venerdì è stata la giornata delle messa a punto delle moto e si è conclusa con un bellissimo concerto nel castello di Varano nel quale l’Asi ha organizzato un piacevole rinfresco a base di prodotti tipici.

Il sabato si è  cominciato a fare “sul serio”. Oltre 700 iscritti con presenti più di 1.000 moto. Dall’origine fino ad arrivare alle più giovani ventennali passando per tutte le epoche e tutte le nazioni. Uno spettacolo da non perdere. In pista, ad evitare parapiglia, si girava divisi per categoria. Hanno iniziato le moto a cinghia, poi quelle degli anni ’20, ’30, ’40 e così via.

L’aria che si respira in pista è stupenda, un’emozione unica. Ma il bello dell’Asi Moto Show è l’ambiente che c’è fuori la pista: i rumori, gli odori, la gente che ha voglia di condividere la propria passione. Basta scaldare la propria moto prima di girare in pista che decine di persone ti circondano per ascoltare il rumore e respirare l’odore della tua moto. Non importa se hai una moto degli anni ’20 o degli anni ’80, tutti sono curiosi di tutto. Il nostro stand era ben rappresentato: due Norton Manx, una Motosacoche con sidecar, una Guzzi Condor, una Ariel 4 cilindri, la piccola Motozeta genovese, un Benelli corsa carenato, una Laverda.

Tra le moto più interessanti una Harley Davidson degli anni ’20 con la sua targa originale Genova, la Rudge Whitworth “Ulster” della scuderia Ferrari, una moto MG, e un’infinità di moto, impossibile da descrivere. Gli oggetti più curiosi non poteva mancare la “Pinocchio”. Un motociclo tutto di legno con un pinocchietto attaccato sul parafango anteriore da una molla che gli permette di ciondolare e una splendida Mercedes d’epoca, targata tedesca, trainante un carrello con una moto degli stessi anni della macchina.

Il sabato sera si è concluso con la cena di gala senza fare troppo tardi ed essere pronti a ripartire la mattina seguente con la stessa immancabile carica.

La giornata di domenica si è conclusa all’ora di pranzo con la parata dei campioni (ne erano presenti più di 25) e i festeggiamenti per i 110 anni dell’Harley Davidson. L’appuntamento è all’anno prossimo.

Guarda la galleria fotografica